sistemi meccanizzati per posa di sottofondi e massetti

Español
English
Russian
Français

Peron s.r.l.
Via G. Leopardi, 51
36073 - Cornedo Vicentino (VI)
telefono/fax 0445 430539
cellulare 335 5665333
email info@peronsrl.com
Home
Realizzazioni

Le nostre realizzazioni
 
Sistemi meccanizzati per la posa di
sottofondi (SMPSCC)
sottofondi alleggeriti (SMPSA)
massetti autolivellanti (SMPM)
massetti tradizionali (SMPMT)


     
Sistema meccanizzato per posa di sottofondi (SMPSCC)
     
L'attrezzatura consente la realizzazione di sottofondi in calcestruzzo cellulare leggero con estrema semplicità e tempi ridottissimi miscelando alla boiacca di cemento uno schiumogeno cellulare. Il sistema permette, variando i rapporti dei componenti schiuma-cemento-acqua, di ottenere calcestruzzo cellulare leggero con densità variabili da 300 a 500 Kg/mc a seconda delle specifiche esigenze.
Questo prodotto si distingue dagli altri in commercio per il suo alto livello di isolamento termico; da considerare anche la sua termo-stabilità e la resistenza meccanica (resistenza alla compressione di 10 Kg/mc), per la sua leggerezza (il carico sul solaio si riduce da Kg. 300/mc a Kg 500/mc a seconda della densità programmata), inoltre, è un prodotto ininfiammabile che protegge dal fuoco le strutture sottostanti e mantiene le sue caratteristiche di affidabilità inalterate nel tempo.
Il calcestruzzo cellulare leggero viene impiegato prevalentemente nei settori civile e industriale, nell’esecuzione di sottofondi per pavimenti e nella formazione di pendenza su terrazze e coperture.

Questo prodotto permette di realizzare sottofondi per circa 160 mc al giorno.


   
   
     
Scheda materiale cemento cellulare e polistirolo
     
Il sottofondo in cemento cellulare leggero e/o con l’aggiunta di polistirolo è un prodotto composto da cemento, additivo liquido e acqua (e polistirolo) e viene impiegato come strato intermedio tra solaio e massetto finale per realizzare spessori con basso carico statico (Kg 400/mc), per incrementare le caratteristiche di isolamento termico e ottenendo un’ottima resistenza alla compressione fino a 10 Kg/cmq.
L’impasto si ottiene mescolando, nell’apposita attrezzatura, la boiacca di cemento con l’aggiunta dello schiumogeno ottenuto con l’additivo cellulare.